Un nuovo futuro per Nuovi Spazi

futuro per Nuovi Spazi

Nuovi Spazi è una cooperativa sociale di tipo A, presente da 20 anni in diversi comuni della provincia di Padova con proposte educative e animative rivolte alla prima infanzia e a bambini e ragazzi in età scolare, il sostegno educativo e psicologico per difficoltà comportamentali e di apprendimento, la consulenza psicologica per minori e adulti, coppie e famiglie che affrontano l’avventura della genitorialità.

Il percorso di Cooperativa Sociale Nuovi Spazi confluirà a breve in quello di Cooperativa Sociale L’Iride, realtà vicina che opera da oltre 25 anni nell’ambito dei servizi alle persone con disabilità e da 8 anni nel progetto delle Medicine di Gruppo. 

Nell’ultimo periodo le due cooperative si sono trovate ad affrontare, con sempre maggiore frequenza, richieste di intervento a favore di persone molto giovani con disabilità anche gravi, per le quali è necessario progettare risposte innovative, fondate su competenze trasversali, che prevedono la presa in carico, la cura, ma anche l’attivazione di percorsi educativi. Tali competenze coinvolgono contemporaneamente gli ambiti di specializzazione di ciascuna delle due realtà.

Una proposta integrata che possa valorizzare ciascuna specificità permetterà dunque di raggiungere con maggiore facilità l’obiettivo di migliorare il benessere della persona e del contesto sociale in cui vive, superando le rigide categorizzazioni.

Nel corso degli ultimi due anni, L’Iride e Nuovi Spazi hanno intrapreso percorsi di analisi e confronto dei rispettivi modelli imprenditoriali, che hanno messo in luce differenze ed analogie. In particolare, é emerso come  il “prendersi cura della persona” accomuni in modo forte i percorsi di entrambe le cooperative, andando oltre la specializzazione su disabilità e minore età. Si aprono dunque nuove ed interessanti prospettive comuni di lavoro, a partire dall’integrazione delle competenze e dei servizi.

Progetto Poliambulatorio

Tra le progettualità avviate dalle due Cooperative rientra l’attivazione del Punto Medico Salute di Tencarola che vede la collaborazione, nello stesso spazio, di figure professionali sanitarie, mediche e non, offrendo le prestazioni svolte da medici specialisti e i servizi di sostegno psicologico e psicoterapia del Centro “Kosmos”.

Le due cooperative hanno valutato l’opportunità di fondere i due progetti in uno unico, proponendo così al territorio un servizio di tipo medico e psicologico. I lavori di ristrutturazione hanno permesso, lo scorso settembre, di ottenere l’autorizzazione dei locali all’esercizio dell’attività medica.

Nuove progettualità

Il legame tra Nuovi Spazi e L’Iride diventa strategico inoltre nel poter proporre al territorio e alla comunità nuove progettualità, attraverso una risposta unitaria ed integrata a bisogni diversi, legati all’infanzia e alla disabilità.

Maggiore stabilità per lo sviluppo imprenditoriale

In ottica di sviluppo e a garanzia di una maggiore sostenibilità, la fusione delle due società consentirà di ridurre l’incidenza di alcuni costi fissi di gestione, con l’effetto di liberare risorse per nuove progettualità e obiettivi.

Verranno in questo modo investite risorse per garantire standard elevati ai servizi offerti, e assicurare una migliore “accountability” nei confronti dei portatori di interesse.

La possibilità di mettere assieme due realtà molto vive nell’ambito della cooperazione sociale, permette di dare valore all’idea di cooperativa sociale e di sviluppo imprenditoriale verso il bene comune, con nuovi stimoli e motivazioni; le due realtà hanno sviluppato i loro percorsi di tipo imprenditoriale in ambiti diversi, ma l’unione in una unica organizzazione con maggiore solidità economica e societaria renderà possibile l’avvio di progetti in condizioni più sicure, dando risposte efficaci ai bisogni delle persone, altrimenti difficilmente realizzabili senza il reciproco supporto.

Forti della nostra storia di cooperative attente ai valori della solidarietà, della mutualità e della partecipazione, puntiamo ad una fusione che non si limiti alla semplice somma delle compagini sociali, ma offra a ciascun socio e all’organizzazione nel suo complesso l’opportunità di arricchimento ed integrazione del patrimonio di valori e competenze accumulato negli anni.